[10]

Ofelia vuol sapere da che parte girare. Non può scegliere di non farlo, da qualche parte dovrà voltarsi. Lo farà e forse sarà decisa, forse sarà sola, forse sarà. Non può decidere di non essere, è impossibile quando gli occhi viaggiano più veloci degli aerei e dei treni.
Raggiungerà un confine e lo supererà, passo dopo passo, mano dopo mano, notte dopo notte. Non può sperare di restare ferma, nei bunker si muore, nei bunker non si attacca e lei non è fatta per difendersi, per conservarsi, per spegnersi.
Le ceneri, dei pensieri scuri, voleranno alte, come al passaggio di un vento forte, freddo e sincero, ricadranno come pioggia, senza logiche come musica.
Non può non cadere, non potrà non rialzarsi, non potrà non girarsi.

Lascia un commento