[15]

Ho una memoria di merda. Non ricordo molte cose tra cui: titoli di canzoni ascoltate milioni di volte; libri letti e amati; dialoghi in film visti e rivisti e rivisti; citazioni lette in giro e via dicendo. invidio molto, soffrendo, tutti voi che, al contrario, padroneggiate i ricordi rendendoli conoscenza, personalizzandoli e facendoli diventare vita mentre parlate o scrivete. Non per la dimostrazione da stronzisaputelli di avere in canna la parola giusta al momento giusto ma perché riuscite a far capire chi siete, cosa pensate, cosa vi piace e cosa avete, anche passando attraverso altri, altre parole ed altre immagini, perché alla fine, per quanto bravi si possa essere, da soli non si riesce, ci si fa solo un gran culo.

Lascia un commento