[31] Stelle rigirate

Correva l’anno 2005 e perché io abbia scritto questa cosa qua proprio non lo so. La riposto in questo “nuovo” spazio non perché sia bella o interessante, anzi, ma proprio perché oggi, nel 2015, dieci anni dopo, non mi sembra mia. Non sarei nemmeno in grado di riscriverla – dico come prova su strada. E’ straniante ma bisogna fare i conti con le parti perse lungo la strada, belle, brutte … Read the rest

[30]

Bisogna provare ogni tanto a stare da soli. Non soli senza nessuno intorno ma soli senza conoscenti vicino. Senza facce amiche o voci rassicuranti. Ti scrolli le certezze di dosso per ritrovarti senza punti di riferimento e provi ad orientarti. Un po’ meno di una sfida, un po’ di più, molto, del “solito”. Potresti scoprire di essere bravo, di essere capace di stare nel mezzo delle cose. L’allenamento conta. Amico, … Read the rest

[29]

I genitori sono persone quindi sbagliano. Non è un reato, né un crimine ma un fatto. Non è nemmeno una rivelazione, lo so. Non sono in grado di dare buoni consigli ai miei amici che sono diventati, o stanno per diventare, portatori sani di bipedi sotto il metro. Supportateli, stategli vicino, fategli capire che non saranno soli nonostante tutto ma lasciateli crescere. Ci vogliono anni per farsi le spalle grosse, … Read the rest