cose che non mi riescono/riuscivano

cose che non mi riescono/riuscivano

[delle tante cose che sto scrivendo in queste settimane alcune escono dai fogli di carta per spuntare qui. altre no. migliorerò.]

ascoltare / condividersi.

sono sempre stato bravo nella prima cosa ma vicino allo zero per l’altra. almeno credevo di cavarmela bene poi ho capito che stavo giocando scorrettamente, senza partecipare ai pesi sulla bilancia. non credo che l’equilibrio sia una meta, o uno stato, a cui aspirare, però contribuire non può essere un’opzione. non può esistere una relazione con gli altri senza la partecipazione ma non può esserci partecipazione se non si crede di poter dare qualcosa a quella relazione.

è un loop senza via d’uscita a meno di non rompere il vortice in maniera traumatica e uscirne in qualche modo, magari con le ossa rotta per la caduta.

è possibile cambiare a poco più di 40 anni? devo sperare di si. per ora so che è tardi, lo vedo dalle lancette dell’orologio e dal calendario, e so che si tratta di un percorso molto faticoso.

l’alternativa però qual è?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.