Legami

I genitori non te li scegli, ti può andare bene, male, discretamente, insomma è come una mano a poker e con quello che ti arriva devi giocare. Una sola ed unica puntata. All in.
Non me la sono mai cavata granché bene con le carte, questione di talento naturale, mai avuto. Mi è andata meglio con la buona sorte, quella ogni tanto si è fatta vedere e infatti non posso lamentarmi della mia famiglia, è tutta gente con la testa sulle spalle, mai sopra le righe e sempre con una visione chiara del presente e del futuro. Loro. Io no. Forse il problema è tutto qua, siamo diversi, più di quello che potevano e possono immaginare, molto di più di quello che riesco a digerire.
Non glielo dirò mai ma i miei errori ed i loro coincidono.

Lascia un commento